Studio Business Solutions Consulting
Sei in: Risorse: Comunicati Stampa:

Comunicati Stampa

Archivio rassegna stampa fiscale giugno 2008

Rassegna Stampa Fiscale Giugno 2008



Il Sole 24 Ore

Unico separa le trasformazioni (P. Meneghetti, pag. 2 - Norme e Tributi)
L'autore analizza le problematiche civilistiche e le difficoltà compilative
di Unico nel caso di trasformazione progressiva, in cui una società di
persone diviene una società di capitali, e di trasformazione regressiva in
cui una società di capitali diviene una società di persone.

Il fine elusivo in molti casi è solo apparente (L. Miele, pag. 2 - Norme e
Tributi)
Secondo l'autore, in caso di trasformazione regressiva da società di
capitali in società di persone al solo fine di poter fruire della
deducibilità piena degli oneri finanziari, non si dovrebbe parlare di
elusione in quanto è lo stesso ordinamento tributario che consente alle
imprese di scegliere tra due diversi regimi di determinazione della base
imponibile a seconda della forma giuridica adottata.

Con i termini a settembre una sanatoria per i ritardatari (P. Meneghetti,
pag. 2 - Norme e Tributi)
La proroga per la presentazione delle dichiarazioni incide anche sui
termini previsti per la consegna delle dichiarazioni relative alla
trasformazione societaria. Infatti, l'art. 5-bis del Dpr 322/98 stabilisce
che la dichiarazione del periodo precedente all'effetto della
trasformazione va presentata entro l'ultimo giorno del settimo mese
successivo alla data di effetto stessa.

L'acconto Irap si calcola sui dati della vecchia società (G. P. Ranocchi e
G. Valcarenghi, pag. 2 - Norme e Tributi)
L'autore analizza le problematiche connesse agli adempimenti di versamento
e quantificazione degli acconti Irap in caso di operazione di
trasformazione. Per quanto concerne le trasformazioni progressive, può
accadere che il termine per l'acconto per il periodo successivo scada
contestualmente al termine per il versamento del saldo. l'Amministrazione
Finanziaria ha chiarito (con le circolari n. 144/E del 1998 e n. 263/E del
1998) che, in tale circostanza, non risulta dovuto alcun acconto quando il
termine per il versamento dello stesso segue o coincide con quello del
versamento del saldo.

Adempimenti, il calendario delle proroghe (M. Gasparini, pag. 3 - Norme e
Tributi)
Il nuovo esecutivo, nei primi 40 giorni, ha prorogato i termini di alcuni
adempimenti, ha differito l'entrata in vigore di alcune discipline o ha
rinviato l'attuazione di alcune disposizioni. Tuttavia, in alcuni casi (ad
esempio la rivalutazione terreni e partecipazioni) non si è fatto
influenzare dalle richieste esterne e non ha concesso alcuna proroga sui
termini. Nell'elenco delle proroghe ricordiamo il differimento dei termini
di presentazione delle dichiarazione dei redditi.

Da domani scatta il Fisco leggero sugli straordinari (A. Mastromatteo e B.
Santacroce, pag. 1 - Norme e Tributi)
Scatta da domani 1° luglio la tassazione agevolata su straordinari, lavoro
supplementare e premi di produttività. Gli importi detassati non
concorrono alla formazione del reddito del lavoratore a fini fiscali e Isee
sia del percettore che del suo nucleo familiare.

Stop al Fisco sulle merci in deposito non dichiarati (G.M. Committeri, pag.
4 - Norme e Tributi)
Secondo la Corte di Cassazione (sentenza 16838, depositata il 20 giugno
2008) la presenza dei beni in un deposito non dichiarato di pertinenza
dell'impresa non dà luogo alla presunzione di avvenuta cessione se il
passaggio è documentato, ad esempio mediante regolari bolle annotate
negli appositi registri. Le disposizioni contenute nel DPR 441/1997 in
materia di presunzioni di cessione e acquisto di beni ai fini Iva sono
applicabili a situazioni anteriori alla loro entrata in vigore in quanto
integrano la precedente disciplina.

Il solo valore normale non rettifica i bilanci (G. Ferranti, pag. 4 - Norme
e Tributi)
L'autore analizza le posizioni assunte dalla Corte di Cassazione in merito
alla possibilità dell'amministrazione finanziaria di contestare la
congruità dei costi e dei ricavi iscritti in bilancio e nelle
dichiarazioni, in assenza di irregolarità nella tenuta delle scritture
contabili. Secondo le ultime posizioni assunte dalla Corte, basandosi sul
principio di economicità dell'azione imprenditoriale, potrebbe essere
negata la deducibilità di quei costi sproporzionati rispetto ai ricavi o
all'oggetto dell'impresa.

Ipoteca nulla senza intimazione (D. Settembre, pag. 4 - Norme e Tributi)
Secondo la Ctp di Milano (sentenza n. 100/12/08) deve essere annullata, in
quanto illegittima, l'iscrizione ipotecaria che non è stata preceduta
dall'intimazione di pagamento.

Sì all'accertamento oltre l'anno (A. Sacrestano, pag. 4 - Norme e Tributi)
Secondo la Ctr del Piemonte (sentenza 16S/28/08) l'accertamento della
rendita catastale proposta dal contribuente può essere effettuato oltre il
periodo di dodici mesi dalla data di presentazione delle dichiarazioni . La
Commissione regionale si è allineata con l'orientamento assunto di recente
in materia dalla Corte di cassazione (Sentenza 17818/07).

Detrazioni sotto scacco (R. Zavatta, pag. 5 - Norme e Tributi)
L'autore commenta i principi contenuti nella sentenza della Corte di
giustizia 8 maggio 2008 (cause riunite C-95/07 e C-96/07, Ecotrade) in
materia di legittimità del limite temporale al diritto di detrazione Iva e
di inosservanza delle formalità e degli obblighi contabili del soggetto
passivo.

Il vizio formale il recupero (M. Sirri, pag. 5 - Norme e Tributi)
La sentenza sul caso Ecotrade potrebbe avere effetti rilevanti per i
contribuenti interessati da procedimenti contenziosi conseguenti alla
rilevazione di omissioni nell'adempimento di formalità connesse alla
registrazione di fatture intracomunitarie.

Fisco italiano promosso (G. Gavelli, pag. 5 - Norme e Tributi)
L'autore commenta il principio contenuto nella sentenza Ecotrade secondo il
quale non viola il principio di effettività il fatto che il termine per lo
svolgimento dell'attività di controllo disposto a favore
dell'Amministrazione finanziaria risulti superiore a quello previsto a
beneficio del contribuente per esercitare la detrazione.

Quando l'autofattura sfugge alle sanzioni (M. Sirri e R. Zavatta, pag. 5 -
Norme e Tributi)
Secondo l'autore, la richiesta di disapplicazione delle sanzioni
proporzionali potrebbe essere ragionevolmente avanzata anche in tutti i
casi in cui al contribuente venga contestata la mancata emissione
dell'autofattura per tutte le operazioni nelle quali alla violazione del
contribuente non si accompagna alcuna perdita di gettito per le casse dello
Stato.

Condono Iva in mano ai giudici Ue (A.M. Candidi, pag. 9)
I contenziosi italiani pendenti innanzi alla Corte di Giustizia europea
sono molto numerosi e destinati a fare scuola nel nostro ordinamento.Tra le
questioni di maggior rilievo si ricordano: il condono Iva stabilito dalla
Finanziaria 2003, che secondo l'avvocato generale avrebbe violato le regole
comunitarie in materia di Iva, e la presunta disparità di trattamento
fiscale dei dividendi, che risulterebbe più oneroso per i dividendi
distribuiti da società residenti in altri Paesi Ue rispetto a quelle
residenti in Italia.

Transazione tributaria a dubbia giurisdizione (V. Ficari, pag. 5 - Norme e
Tributi)
L'autore analizza il procedimento della transazione fiscale introdotta
dall'articolo 182-ter della legge fallimentare. Viene rilevato che la
riforma fallimentare non chiarisce se la causa contro il diniego dell'atto
spetti ai giudici amministrativi o tributari.

Italia Oggi

Fisco, meno forma e più sostanza (N. Villa, pag. 2)
La lotta all'evasione rappresenta uno degli obiettivi che intende
perseguire il Governo. La nuova azione di governo mira a ridurre i
formalismi, ad esempio attraverso la cancellazione dell'elenco clienti e
fornitori, pur tuttavia non rinunciando a voler conseguire un'azione
accertativa di maggior sostanza.

Lotta all'evasione oltreconfine (S. Mazzei, pag. 3)
Con le nuove misure introdotte dal Governo sulla lotta all'evasione si mira
a recuperare un gettito pari ad un miliardo di euro in tre anni.
Prioritaria sarà l'identificazione delle residenze fittizie all'estero. In
tale azione accertativa saranno coinvolti i comuni, i quali dovranno
confermare all'agenzia delle Entrate se i contribuenti hanno effettivamente
cessato la residenza nel territorio nazionale.

Locazioni, riflettori sull'Iva (F. Ricca, pag. 7)
Alla luce delle modifiche relative alla disciplina Iva introdotte dal Dl
112/08, l'autore analizza il regime delle imposte indirette applicabile
alle locazioni. L'articolo è completato da una tabella riepilogativa
riguardante la giurisprudenza della Corte di giustizia in materia locativa.

Immobiliari di gestione a rischio indeducibilità (F. Cornaggia e N. Villa,
pag. 28)
La circolare 47 del 18 giugno 2008 ha confermato l'irrilevanza della
capitalizzazione degli interessi passivi degli immobili patrimonio. Tale
interpretazione comporta un forte rischio di indeducibilità per le
immobiliari di gestione.

Corsia obbligata per i benefici fiscali (F. Cornaggia e N. Villa, pag. 28)
Per poter godere dei benefici relativi alla capitalizzazione degli
interessi passivi è necessario rispettare i principi della corretta
contabilizzazione previsti dagli articoli 2423 e 2426 del c.c.

Bonus ricerca, calcoli più semplici (R. Lenzi, pag. 9)
Le imprese che vogliono usufruire del credito d'imposta per ricerca e
sviluppo devono effettuare bene i conteggi da riportare nell'apposita
sezione XVI del Quadro RU del modello Unico 2008. E' sufficiente che i
costi siano sostenuti per una delle attività di ricerca e sviluppo
specificate nel decreto ricerca e che siano pertinenti e congrui. Inoltre,
non c'è obbligo di riportare commenti sul bilancio e le singole voci non
devono essere imputate in appositi conti.

Il credito di imposta passa da Unico (R. Lenzi, pag. 10)
Nel rigo RU81 del Modello Unico vanno indicati i costi di ricerca e
sviluppo sostenuti nel periodo di imposta cui si riferisce la dichiarazione
per l'attività di ricerca e sviluppo, sulla base dei quali si determina il
credito di imposta.

16.27
RASSEGNA STAMPA 29/6/2008
Il Sole 24 Ore

Nessun rincaro da Robin Tax (pag. 19)
Il Ministero dell'Economia e l'Enel hanno escluso ogni collegamento tra
l'introduzione della Robin Tax e l'incremento dei prezzi dell'energia nella
Borsa elettrica registrato negli ultimi giorni.

RASSEGNA STAMPA 28/6/2008
Il Sole 24 Ore

La Robin Hood Tax? «Un boomerang» (F. Rendina, pag. 3)
Secondo l’autore è evidente il recupero della Robin Tax sui prezzi
negoziati della luce e potrebbe essere imminente anche quello sui
carburanti. Nell’ultima settimana, infatti, l’Ipex (Italian Power
Exchange) ha chiuso con un più 23% nei prezzi medi negoziati. Inoltre,
sarebbe tutto da dimostrare l’efficacia del divieto previsto dal decreto
fiscale di trasferire gli oneri derivanti dall’applicazione della nuova
tassa in capo ai consumatori.

Lo Stato, l'impresa e il neofeudalesimo del sistema fiscale (A. Costato,
pag. 13)
La pressione fiscale media in Italia, se calcolata al netto della quota di
prodotto interno sommersa , supera il 50%. Ma se la pressione viene
misurata sulle imprese private dei settori esposti alla concorrenza e sui
lavoratori impiegati nelle stesse, il dato medio si avvicina invece al 75%.
L'autore, inoltre, paragona l'attività delle 4.800 aziende municipalizzate
che rappresentano centri di gestione di rendite e privilegil, alla
medioevale riscossione del tributo su basi feudali in favore dei Signori.

Iva più bassa per ridurre i listini (V. Ch., pag. 29)
Secondo Elena David, eletta alla guida dell'Aica (l'associazione delle
grandi catene alberghiere), in Italia nel settore turistico-alberghiero c'è
un livello di Iva troppo elevato, soprattutto in rapporto agli altri
concorrenti europei. La pressione fiscale resta alta così come il costo
del lavoro.

Elenchi Iva, addio senza sorprese (R. Rizzardi, pag. 31)
La cancellazione dell’obbligo d’invio degli elenchi clienti e fornitori non
avrà contraccolpi sulle imprese. Secondo l’autore, i motivi della
soppressione degli elenchi dipendono dal fatto che il costo sociale
dell’adempimento non rispetta il principio di proporzionalità, essendo
superiore ai possibili risultati di lotta all’evasione. Venuto meno
l’obbligo di compilazione degli elenchi deve ritenersi applicabile il
principio di diritto del favor rei secondo cui nessuno può essere
assoggettato a sanzioni per un fatto che in base a una legge sopravvenuta
non costituisce più violazione punibile.

Ruoli, non serve la garanzia (S. Trovato, pag. 31)
Secondo le novità contenute nel Dl 112/08 (articolo 83, commi 21 e 23), i
contribuenti non dovranno più fornire garanzie agli agenti della
riscossione per ottenere la dilazione delle somme iscritte a ruolo
superiori a 50 mila euro. Inoltre, se il debitore versa erroneamente
all’agente della riscossione somme iscritte a ruolo in misura maggiore
rispetto al dovuto, Equitalia dovrà indicare al debitore le modalità di
restituzione dell’eccedenza.

Strumento anti-frode con durata limitata (R. Portale, pag. 31)
L’autore commenta le conseguenze che potrebbero derivare dall’abrogazione
degli elenchi clienti e fornitori sostenendo che l’amministrazione fiscale
perde un mezzo informatico importante per combattere le frodi Iva sul
mercato interno.

Retroattività fiscale, operatori perplessi (G. Ursino, pag. 14 in Plus
24 )
Il decreto fiscale ha innalzato la tassazione dal 12, 5% al 20% sui proventi
da partecipazione ai fondi immobiliari chiusi, ma solo per quanto incassato
direttamente sotto forma di dividendi e di rimborsi parziali o finali
all'atto della chiusura del fondo. Nell'ipotesi di liquidazione
dell'investimento sul mercato secondario della Borsa, l'eventuale
plusvalenza viene invece sempre tassata al 12, 5%. Secondo l'autore, questo
doppio regime impositivo rischia di indurre a possibili arbitraggi fiscali
sui fondi immobiliari quotati.

Gli assegni di Bush spingono i consumi Usa (M. Valsania, pag. 8)
Gli assegni di rimborso delle tasse per circa 30 miliardi spediti dal
Governo americano stanno producendo gli auspicati effetti positivi, tra i
quali la crescita dello 0, 8% nel mese di maggio della spesa per i consumi
personali. La tenuta dei consumi ha indicato che l'economia americana,
grazie alle manovre di politica monetaria della Federal Reserve e di
politica fiscale dell'amministrazione, potrebbe aver allontanato lo spettro
della recessione.

I revisori dirottati nella Comunitaria (M. Gasparini, pag. 33)
Il recepimento della direttiva 2006/43/Ce in materia di revisione legale
dei conti è stato inserito nell’elenco allegato al Ddl Comunitaria.
Inoltre, passerà per la Comunitaria 2008 anche l’attuazione nel nostro
ordinamento tributario della nuova sesta direttiva in materia di Iva
(direttiva 2006/112/Ce) e delle disposizioni fissate da Bruxelles sulla
semplificazione della riscossione dell’Iva e delle misure per contrastare
la frode e l’evasione fiscale (direttiva 2006/69/Ce).


Italia Oggi

Esecuzione a registro fisso (F.G. Poggiani, pag. 36)
Secondo la risoluzione n. 266 del 26 giugno 2008, il decreto di
trasferimento di un immobile espropriato da un istituto di credito al
medesimo proprietario va assoggettato all'imposta di registro in misura
fissa ed alle imposte accessorie proporzionali.


Condono, accertamento illegittimo (B. Fuoco, pag. 36)
La Ctr del Lazio, con la sentenza 151/40/08, ha ritenuto illegittimo
l'accertamento effettuato in presenza di condono tombale. L'ufficio per
poter rettificare la posizione fiscale del contribuente dovrà
precedentemente procedere alla revoca della definizione presentata.

Cessioni Intra-Ue con prova ampia (F. Ricca, pag. 37)
Secondo la circolare n. 41, emanata il 27 giugno 2008 dall'Assonime, la
prova del trasporto dei beni oggetto delle cessioni intracomunitarie può
essere fornita non solo attraverso la lettera di vettura internazionale
(Cmr), ma anche con qualsiasi altra documentazione, commerciale o fiscale,
idonea a dimostrare l'arrivo della merce a destinazione.

venerdì 27 giugno 2008
RASSEGNA STAMPA 27/6/2008
Il Sole 24 Ore

Set di tasse nel nome di Robin (L. De Stefani e M. Peruzzi, pag. 27)
Solo una piccola parte delle somme ottenute attraverso la Robin Hood tax
(art. 81 del Dl 112/08) sarà attribuita, da subito, al Fondo per i meno
abbienti, alimentando misure quali la social card . Infatti, la parte
maggiore del reddito ottenuto resterà, per ora, all'Erario.

Sulle imprese italiane pressione al top europeo (E. Brivio, pag. 27)
Eurostat (Ufficio statistico delle comunità europee), a seguito di uno
studio sull'andamento della tassazione nell'Unione europea, ha sottolineato
che nonostante l'alleggerimento attuato negli ultimi anni, la pressione
fiscale sulle imprese italiane resta tra le più alte in Europa.

Procedura d'infrazione per i dividendi esteri (E. Brivio, pag. 27)
La Commissione europea ha inviato all'Italia un parere motivato, seconda
fase del procedimento di infrazione, perchè i dividendi erogati ai fondi
pensione non italiani sono tassati con una trattenuta del 15%, più alta
rispetto a quella dell'11% a cui sono sottoposti i fondi nazionali.

Il noleggio perde la bussola Ue (G. Giuliani, pag. 30)
L'agenzia delle Entrate nella la risoluzione n. 252/E del 19 giugno 2008
(allegata alla rassegna stampa del 20 u.s.) sostiene che l'introduzione in
Italia di un bene strumentale da parte di un Ente pubblico Ue, per essere
dato in locazione a un'azienda residente, deve essere considerata come un
acquisto intracomunitario (art. 38, comma 3, lettera b del Dl 331/93). Tale
tesi è in contrasto con la normativa comunitaria che, al contrario, non
prevede alcun limite (vedi art. 17, comma 2, lettera g) della direttiva 28
novembre 2006, n. 2006/112/Ce).

Sulle accise controlli semplificati (A. Criscione, pag. 30)
L'operatore economico autorizzato, istituito dal nuovo Codice doganale
comunitario (regolamento CE 450/08), è stato particolarmente apprezzato
dagli operatori italiani. Infatti, il numero delle domande presentate ed
accettate era 54 (al 16 scorso).

Il Governo prende tempo per rivedere le norme sui revisori (pag. 30)
Non dovrebbe essere esaminato oggi dal Consiglio dei ministri l'atteso
schema di decreto legislativo che deve recepire la direttiva 2006/43/Ce in
tema di revisione contabile.

Terzo manuale per l'uso dei criteri internazionali (F. Roscini Vitali, pag.
31)
E' stata approvata ieri in via definitiva la Guida Operativa 3
all'applicazione degli Ias dall'Organismo italiano di contabilità. La
guida tratta dell'applicazione pratica dei principi Ias/Ifrs alla realtà
del nostro Paese, anche attraverso casi pratici. La terza edizione non
comprende l'Ifrs 3 (aggregazioni aziendali) e lo Ias 39 (strumenti
finanziari).

Liquidazioni calcoli ad hoc (F. Roscini Vitali, pag. 31)
L'Organismo di contabilità interviene sulla liquidazione volontaria delle
società di capitali con l'approvazione del principio contabile Oic 5. Nel
futuro verrà predisposto un documento ad hoc dedicato alla liquidazione
delle società Ias.


Italia Oggi

Immobili, acquirente salvo (A. Montemurro e L. Bruno, pag. 51)
Secondo uno studio del consiglio nazionale del Notariato pubblicato nel
gennaio scorso, l'acquirente di un immobile non è solidalmente responsabile
con il venditore se viene accertato maggiore imponibile Iva solo sulla base
di presunzioni. Eventualmente, il maggior valore è contestabile solo con
elementi concreti.

giovedì 26 giugno 2008
RASSEGNA STAMPA 26/6/2008
Il Sole 24 Ore

I controlli alzano il tiro (A. Criscione, pag. 25)
La relazione tecnica del decreto legge n. 112 del 25 giugno 2008 (la
cosiddetta manovra d'estate ), prevede un incremento di 1400 unità dei
dipendenti dell'Agenzia che si occupano di controlli. Inoltre si prevede un
incremento del gettito di 1, 3 miliardi che confluirà nelle entrate dello
Stato per il 2009.


Residenze all'estero, in campo i Comuni (A. Criscione, pag. 25)
Il fenomeno delle esterovestizioni in campo societario è molto diffuso,
infatti, nel 2007 sotto questa voce l'amministrazione finanziaria ha
accertato 1, 3 miliardi di maggiore imposta, per circa 200 casi esaminati.
Per poter limitare questo fenomeno, il Dl n. 112 del 25 giugno 2008 prevede
che i Comuni, entro sei mesi dalla richiesta di iscrizione nell'Aire,
confermano all'agenzia delle Entrate che il richiedente ha effettivamente
cessato la residenza nel territorio nazionale.

Per i fondi immobiliari ondata di vendite in Borsa (M. Mangano, pag. 25)
Il decreto legge 112, che eleva la tassazione sui redditi dei fondi
immobiliari al 20%, oltre ad un'imposta patrimoniale dell'1%, ha provocato
un immediato aumento delle vendite dei fondi immobiliari quotati.

Robin tax, più esenzioni. Il gettito vale 437 milioni (F. Re., pag. 2)
L'ultima versione della Robin tax prevede che l'aumento dell'Ires del 5, 5%
si applica alle imprese dell'energia con ricavi superiori ai 25 milioni di
Euro. Già da quest'anno la Robin tax dovrebbe portare ad un maggior gettito
di 437 milioni di Euro.

Frodi fiscali, recuperi da 1, 6 miliardi (D. Aquaro e F. Simonelli, pag. 2)
Ieri è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Dl 112/08. Dalla stretta
fiscale operata nei confronti delle aziende petrolifere, banche e
assicurazioni, nonché dalla lotta all'evasione fiscale si prevede di
recuperare 1, 6 miliardi di Euro. Tra le norme di maggior rilievo ricordiamo
che per banche e assicurazioni è stata introdotta l'indeducibilità del 3%
degli interessi passivi.

Bonus sicurezza, esauriti i fondi (A. Gal., pag. 26)
L'agenzia delle Entrate ha ufficialmente assegnato i fondi per il 2008 per
i crediti d'imposta previsti dall'ultima Finanziaria, connessi al bonus
sicurezza .


Cinema, addio incentivi fiscali (M. Mele, pag. 24)
La Camera ha dichiarato inammissibili gli emendamenti proposti nella
Finanziaria 2008 che introducevano il credito di imposta a favore
dell'industria cinematografica. Le associazioni del settore hanno
dichiarato ieri, come forma di protesta, il boicottaggio di tutti i
festival nazionali.

Sulla concia il peso del Fisco (G. Crivelli, pag. 20)
L'Unione Industria Conciaria ha evidenziato un incremento del carico
fiscale nel 2007 per le imprese del settore conciario. Infatti, l'esborso
fiscale effettivo, che nel 2006 era stato pari al 71, 6%, nel 2007 è salito
all'81%.

I revisori la consulenza tributaria (N. Cavalluzzo, pag.
26)
Il decreto legislativo che sarà esaminato domani dal Consiglio dei ministri
deve recepire, entro il termine del 29 giugno, la direttiva 2006/43/Ce, che
introduce un rinnovamento nel controllo dei conti delle società di capitali
quotate.

Italia Oggi

Paga solo il titolare (D. Alberici, pag. 41)
La Corte di Cassazione, con la sentenza 16445 del 18 giugno 2008, ha
stabilito che le imposte sul reddito complessivo dell'associazione in
partecipazione sono corrisposte dal titolare dell'attività e non dai
soggettii che si sono associati con questo. Spetta solo al titolare
dichiarare gli utili dell'impresa anche se gli associati partecipano ai
guadagni ed alle spese.

Scioglimenti agevolati a fine anno (D. Liburdi, pag. 42)
Per le procedure di scioglimento agevolato avviate nel corso del 2006 le
scadenze per il pagamento dell'imposta sostitutiva e la presentazione della
dichiarazione sono fissate, al massimo, entro la fine del 2008.

Anche senza atto donazioni tassate (D. Alberici, pag. 42)
Secondo la Corte di Cassazione (sentenza 16348 del 17 giugno 2008) le
donazioni in denaro fatte al contribuente dai parenti senza atto pubblico
rientrano nel reddito imponibile del beneficiario..

mercoledì 25 giugno 2008
RASSEGNA STAMPA 25/6/2008
Il Sole 24 Ore

Fondi immobiliari al 20% (R. Parisotto e M. Peruzzi, pag. 35)
Da quanto emerge dal decreto legge contenente la manovra d'estate del 18
giugno 2008 (articolo 82, comma 21 del provvedimento atteso oggi in
Gazzetta Ufficiale), tutti i proventi derivanti dalla partecipazione a
fondi comuni di investimento immobiliare subiranno una ritenuta del 20% con
decorrenza immediata.

Il di gestori e Casse di previdenza (V. D'Angerio e G. Ursino, pag.
35)
Oggi a Roma in un meeting organizzato da Assoimmobiliare, si riuniscono i
rappresentanti di una trentina di società di gestione (Sgr), per valutare
l'impatto dell'annunciato prelievo fiscale (dal 12, 5% al 20%).

L'illecito sulle imposte porta ai giudici tributari (S. Trovato, pag. 37)
Secondo la Corte di Cassazione (sentenza 14827 del 5 giugno 2008) la
competenza sui contenziosi riguardanti le sanzioni irrogate da uffici
finanziari per il furto di energia elettrica spetta ai giudici tributari.
Infatti, secondo la cassazione, si tratterebbe di sanzioni applicate per la
violazione di un tributo.

Nessuna sanzione se Unico corregge i dati Iva di febbraio (R. Portale, pag.
37)
Secondo la risoluzione n. 262, emanata il 24 giugno 2008 dall'agenzia delle
Entrate, non si applicano sanzioni se nella comunicazione dati Iva è stato
indicato un codice Ateco errato, purché tale codice sia stato riportato
correttamente in Unico 2008, nella dichiarazione Iva 2008 o nella prima
dichiarazione di variazione dati Iva.

Il modello su carta va solo alla Posta (E. Pistone, pag. 37)
I contribuenti persone fisiche potranno trasmettere le loro dichiarazioni
in formato telematico entro il 30 settembre. Tuttavia è previsto il termine
breve del 30 giugno per i contribuenti legittimati a presentare la
dichiarazione in formato cartaceo. Tali soggetti dovranno presentare la
loro dichiarazione agli uffici postali.

Al varo la Comunitaria 2008 (M. Gasparini, pag. 39)
Il Ddl delega per il recepimento delle direttive comunitarie contiene
alcune interessanti novità in materia fiscale. All'interno del Ddl sono
contenute delle misure per semplificare la riscossione dell'Iva, con un
testo unico che dovrà essere varato entro 3 mesi dall'approvazione della
legge, oltre ad alcune norme sullo scambio di informazioni e lo sviluppo
dell'attività di intelligence contro l'evasione fiscale.

Governance e meno tasse per il rilancio dei fondi (R. Sabbatini, pag. 43)
Bankitalia, entro i primi giorni di luglio, dovrebbe presentare un
pacchetto per cercare di arginare l'emorragia di vendite che ha interessato
le Sgr nazionali e cercare di rilanciare l'appetibilità dei fondi. Il piano
dovrebbe contenere la rimozione dell'anomala tassazione italiana che
prevede la tassazione sulle plusvalenze maturate nelle quote dei fondi,
anzichè su quelle effettivamente realizzate al momento del disinvestimento.

Controllo qualità per i revisori (L. Cavestri, pag. 39)
Nel Consiglio dei ministri di venerdì prossimo, sarà recepita la direttiva
2006/43/Ce sulla revisione legale. Secondo quanto emerge da tale direttiva,
il collegio sindacale non potrà più svolgere la revisione delle società
quotate, mentre, la tenuta del registro di formazione continua dei revisori
sarà sotto il controllo di una nuova Authority (Co. vi. re) che però
lascerà al Consiglio nazionale dei commercialisti i compiti di segreteria
operativa .

Italia Oggi

L'omessa dichiarazione Iva non preclude la detrazione (B. Fuoco, pag. 40)
Secondo la Ctr del Lazio (sentenza n. 31/22/2008) l'omessa dichiarazione
Iva, ovvero la mancata istituzione dei registri Iva, non precludono il
diritto alla detrazione dell'Iva assolta sugli acquisti.

Accertamenti con doppia traccia (D. Liburdi, pag. 39)
La bozza del Dl del 18 giugno 2008 prevede alcune disposizioni che mirano a
rafforzare l'attività di accertamento. Il redditometro cercherà di
evidenziare due aspetti: assenza di debito di imposta e possesso di beni
che evidenziano un reddito presunto.

martedì 24 giugno 2008
RASSEGNA STAMPA 24/6/2008
Il Sole 24 Ore


La lente sui redditi-zero (C. Nocera, pag. 35)
Le persone fisiche che dichiarano redditi modesti, se non addirittura pari
a zero, in contrasto con le risultanze in possesso del Fisco in merito al
tenore di vita, possono subire un'accertamento sintetico . E' quanto
previsto dal decreto legge sul piano straordinario triennale 2009/2011 di
controllo delle posizioni dei contribuenti persone fisiche.

Fatturazioni a doppio binario (A. Mastromatteo e B. Santacroce, pag. 35)
Con la risoluzione 260/E del 23 giugno l'agenzia delle Entrate ha chiarito
che, anche in assenza di contabilità separate, una società può emettere e
conservare le fatture destinate al medesimo cliente sia in formato
elettronico sia in formato analogico, purchè sia garantita l'omogeneità per
tipologie documentali con riferimento alle diverse linee di attività.


E gli uffici si avviano all'online (A. Mastromatteo e B. Santacroce, pag.
35)
Il Dpcm del 1° aprile 2008, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 144
del 21 giugno 2008, ha dettato le regole tecniche e di sicurezza per il
funzionamento del Sistema pubblico di connettività (Spc). Viene, così,
definito il quadro normativo e regolamentare per l'avvio a regime della
fatturazione elettronica obbligatoria per le pubbliche amministrazioni.

Snc, le liti tornano alla partenza (R. Rizzardi, pag. 37)
La sentenza della Cassazione a sezioni unite n. 14815 del 4 giugno 2008 ha
stabilito che sono nulle tutte le controversie pendenti, in qualsiasi grado
di giudizio, in merito al reddito prodotto da una società di persone o da
una associazione, qualora alla lite non abbiano partecipato tanto la
società o associazione quanto i relativi soci o associati. Il
litisconsorzio tra i predetti soggetti deve, infatti, ritenersi
necessario e dunque costituisce condizione di validità del giudizio.

Non tutti i premi tassati a parte (M. Piazza, pag. 37)
Con la risoluzione n. 258/E del 23 giugno scorso l'agenzia delle Entrate ha
precisato che la somma ricevuta da un imprenditore individuale in seguito
ad una condanna del committente da parte del tribunale non è assoggettabile
a tassazione separata in quanto, nel caso esaminato dall'Agenzia, non
avrebbe natura di risarcimento derivante dalla perdita di un reddito
relativo a più anni ma costituirebbe il reddito stesso. La somma dovrà,
pertanto, concorrere come sopravvenienza attiva alla formazione del reddito
complessivo dell'esercizio di conseguimento, venendo, così, assoggettata a
tassazione ordinaria.


Chiusura agevolata con valori catastali (L. Gaiani, pag. 37)
Con la risoluzione n. 261/E del 23 giugno scorso l'agenzia delle Entrate ha
chiarito le modalità di determinazione del reddito delle società di comodo
che hanno optato per il regime dello scioglimento agevolato. La
plusvalenza da assegnazione da assoggettare a imposta sostituiva può essere
determinata come differenza tra il valore catastale e il costo fiscalmente
riconosciuto dell'immobile, a prescindere dalla tipologia di quest'ultimo.


Bonus limitato per il cinema (T. Morina, pag. 38)
Con la risoluzione n. 259/E del 23 giugno scorso l'agenzia delle Entrate ha
precisato che il credito d'imposta per gli esercenti sale cinematografiche
maturato nel quarto trimestre del 2007 e utilizzabile dal 1° gennaio 2008 è
soggetto al limite di utilizzo di 250 mila euro previsto dalla Finanziaria
2008 per i crediti d'imposta da indicare nel quadro RU della dichiarazione.

Italia Oggi

Capital gain, deroghe alla cassa (D. Liburdi, pag. 39)
L'articolo 3 del decreto legge del 18 giugno scorso ha introdotto un regime
di esenzione delle plusvalenze derivanti da cessioni di partecipazioni
qualificate e non, che trova applicazione qualora siano soddisfatte alcune
condizioni, tra le quali il reinvestimento della plusvalenza entro il
biennio successivo dal conseguimento della stessa in società di capitali o
di persone commerciali che svolgono la medesima attività e che non siano
state costituite da più di tre anni. Secondo l'autore ciò potrebbe causare
alcune problematiche operative nei confronti dei soggetti, diversi dal
contribuente, tenuti all'applicazione dell'imposta sostitutiva del 12, 5%
sulle plusvalenze non qualificate nell'ambito di rapporti di risparmio
amministrato o gestito.

lunedì 23 giugno 2008
RASSEGNA STAMPA 23/6/2008
Il Sole 24 Ore


Uffici in trincea contro frodi Iva e paradisi fiscali (D. Deotto, pag. 3)
Potenziamento dell'attività di controllo e accertamento, soprattutto a
livello programmatico. Ma anche semplificazione, per effetto
dell'eliminazione di alcuni adempimenti ritenuti più di facciata che di
effettivo ausilio all'attività di contrasto all'evasione.

Studi di settore più affidabili con il (B. Santacroce e R.
Moscati, pag. 2 - Norme e Tributi)
Quest'anno gli studi di settore hanno subito delle modifiche che dovrebbero
apportare dei benefici ai contribuenti. Tali modifiche hanno apportato un
doppio effetto: i nuovi studi approvati risultano più affidabili; sia in
fase dichiarativa che in fase di contenzioso sarà possibile motivare le
situazioni che non hanno consentito il raggiungimento della congruità e
quindi evitare i relativi accertamenti.

Una via semplificata per i ricavi separati (B. Santacroce e R. Moscati,
pag. 2 - Norme e Tributi)
Nei decreti di applicazione degli studi di settore, al fine di favorire una
semplificazione degli adempimenti dichiarativi, sono state eliminate le
clausole di inapplicabilità previste per le imprese multipunto e per quelle
multiattività. Per contro, in sede di accertamento vi sarà la possibilità
di un più incisivo utilizzo diretto di Gerico.

Il software si auto-corregge con la causa giustificativa (B. Santacroce e
R. Moscati, pag. 2 - Norme e Tributi)
Quest'anno il contribuente potrà intervenire sul software Gerico,
segnalando la presenza di eventuali cause giustificative della non
congruità. In alternativa si potrà procedere alla disapplicazione integrale
del singolo indicatore di normalità oppure procedere al ricalcolo
utilizzando dei nuovi valori che si ritengono adeguati ai fini della
corretta rappresentazione dell'indicatore di normalità economica .

Dalla normalità crepe alla forza presuntiva (B. Santacroce e R. Moscati,
pag. 2 - Norme e Tributi)
La forza presuntiva degli studi di settore potrebbe essere indebolita dagli
indicatori di normalità che non sono in grado di prevedere tutte le
particolari situazioni che si creano nello svolgimento dell'attività.

Il redditometro alza il tiro (M. Mobili e C. Nocera, pag. 3)
Il piano dei controlli antievasione, voluto dal ministro Tremonti, prevede
il contrasto alle frodi Iva, la lotta alle residenza fittizie all'estero,
l'estensione dell'accertamento con adesione ai processi verbali di
constatazione ed un piano straordinario per l'accertamento sintetico, con
il quale si conta di incassare quattro miliardi di euro nel prossimo
triennio.

Rivalutazioni, sprint finale (P. Meneghetti, G.P. Ranocchi e G.
Valcarenghi, pag. 3 - Norme e Tributi)
Ultimi giorni per effettuare la rivalutazione dei terreni edificabili e con
destinazione agricola e delle partecipazioni non negoziate nei mercati
regolamentati. Infatti il 30 giugno scade il termine per l'esercizio
dell'opzione. Possono essere rivalutate soltanto le quote o i beni
posseduti alla data del 1° gennaio 2008.

Nel modello F24 entra la sostitutiva (P. Meneghetti, G.P. Ranocchi e G.
Valcarenghi, pag. 3 - Norme e Tributi)
La procedure di rivalutazione delle partecipazioni e dei terreni prevede la
redazione di una perizia giurata di stima del bene ed il versamento
dell'imposta sostitutiva. A titolo esemplificativo la perizia deve essere
redatta da dottori commercialisti ed esperti contabili per le
partecipazioni; da ingegneri, geometri, agronomi per i terreni. Il
pagamento della prima rata dell'imposta sostitutiva deve avvenire entro il
30 giugno 2008, mediante il modello F24.

Al test delle operazioni straordinarie (P. Meneghetti, G.P. Ranocchi e G.
Valcarenghi, pag. 3 - Norme e Tributi)
L'autore, alla luce dei chiarimenti forniti dal Fisco, analizza le
operazioni straordinarie effettuate successivamente alla rivalutazione
delle partecipazioni.

Tempi diversi per aree e partecipazioni (P. Meneghetti, G.P. Ranocchi e G.
Valcarenghi, pag. 3 - Norme e Tributi)
La rivalutazione dei terreni e delle partecipazioni prevede l'ammissibilità
della rideterminazione del valore riconosciuto dei beni posseduti al 1°
gennaio 2008, ma già ceduto prima del 30 giugno 2008. Per quanto riguarda i
terreni la rivalutazione non può essere utilizzata prima della redazione
della perizia. Pertanto, l'asseverazione deve precedere la cessione del
terreno. Invece, per le partecipazioni è possibile fruire della
rivalutazione anche per rideterminare il valore delle quote o azioni già
cedute successivamente alla data del 1° gennaio 2008.

Capital gain, convenienza da rimisurare (pag. 3 - Norme e Tributi)
In seguito alla manovra estiva contenuta nel decreto legge del 18 giugno la
rivalutazione potrebbe non essere conveniente nel caso di possesso di
partecipazioni in società di persone e di capitali costituite da non più di
7 anni e possedute da almeno 3 anni.

Sui revisori stretta targata Europa (N. Cavalluzzo e A. Montinari, pag. 4 -
Norme e Tributi)
Una profonda rivisitazione dell'attività di revisione legale dei conti
annuali e dei conti consolidati soprattutto delle società di capitali che
non fanno ricorso al mercato del capitale del rischio. Un'occasione offerta
dal recepimento della direttiva 2006/43/Ce.

Posizioni distanti sul dibattito aperto dal Tesoro (N. Cavalluzzo e A.
Montinari, pag. 4 - Norme e Tributi)
Il Documento di consultazione ha aperto la strada agli interventi di
tutte le parti coinvolte sul tema della revisione legale dei conti. I
documenti e le considerazioni del Cndcec, Assonime, Abi potranno essere
visionati sul sito del Mef.

Sindaci, battaglia sull'esclusione (N. Cavalluzzo e A. Montinari, pag. 4 -
Norme e Tributi)
Il tema principale su cui gli addetti ai lavori si stanno confrontando,
prendendo spunto dal recepimento della direttiva 2006/43/Ce, è la
compatibilità fra collegio sindacale e attività di revisione legale dei
conti che sino a oggi non era in discussione ma che il Documento di
consultazione del Mef considera non in linea con alcuni dei presupposti
contenuti nella direttiva comunitaria.

Risparmi fiscali misurati dall'imposta di registro (L. Miele e V. Russo,
pag. 5 - Norme e Tributi)
L'onere tributario relativo alla cessione di una azienda realizzata con
conferimento della stessa e successiva cessione della partecipazione
acquisita, può, infatti variare sensibilmente in dipendenza
dell'applicazione all'operazione del registro in misura fissa o
proporzionale. Troverebbe applicazione l'articolo 20 del Dpr n. 131/86, ai
sensi del quale l'imposta di registro va applicata tenendo conto
dell'intrinseca natura e degli effetti giuridici degli atti presentati alla
registrazione, anche se non vi corrisponda titolo o la forma apparente . Lo
ha affermato la Cassazione n. 10273/07.

Con valori immutati operazioni neutrali (L. Miele e V. Russo, pag. 5 -
Norme e Tributi)
Nei conferimenti disciplinati dall'articolo 176 del Tuir il conferente non
realizza alcuna plusvalenza fiscalmente rilevante. Per il conferente non ha
alcun rilievo fiscale il valore contabile attribuito alla partecipazione
ricevuta. Per il conferente l'eventuale tassazione avrà luogo al momento
del realizzo.

Per apporti di rami d'azienda verifica sulla commercialità (L. Miele e V.
Russo, pag. 5 - Norme e Tributi)
La cessione indiretta di un'azienda non teme l'applicazione della
clausola antielusiva, ai fini delle imposte dirette. Se si procede ad un
conferimento in una società di nuova costituzione, avvalendosi del regime
di neutralità fiscale, e alla successiva cessione della partecipazione in
regime di esenzione, il comma 3 dell'articolo 176 Tuir protegge dalla
norma antielusiva.

I paradossi delle sanzioni (M. Pollini, pag. 17 - Norme e Tributi)
Il blocco delle addizionali disposto con il Dl n. 93/2007 e l'automatismo
tributario per i Comuni che non hanno rispettato il Patto di stabilità nel
2007 sono in attesa di chiarimenti importanti. Entrambe le questioni sono
state sollevate dal Dl 93 e la loro soluzione può essere intrecciata .



Italia Oggi


Cuneo fiscale al test del distacco (F. Cornaggia e N. Villa, pag. 28)
Nella Risoluzione n. 235/E del 10 giugno 2008, l’agenzia delle Entrate ha
risposto in merito ad un quesito che riguardava genericamente i criteri di
applicazione delle deduzioni Irap concernenti il cuneo fiscale e
contributivo in caso di distacco del personale dipendente. A parere delle
Entrate, è il distaccatario a godere del bonus, in quanto è colui che
usufruisce materialmente dei servizi di lavoro del dipendente.

Costi qualificati come spese per servizi (F. Cornaggia e N. Villa, pag. 28)
I costi sostenuti sono qualificati come spese per servizi. Le realtà del
distacco e del lavoro interinale sono una prassi sempre più frequente. E
infatti anche i risvolti fiscali di tali istituti finiscono sempre più
spesso sotto la lente della prassi amministrativa.

Ricerca, gli sconti seguono gli oneri (F. Cornaggia e N. Villa, pag. 29)
Gli sconti per ricerca e sviluppo spettano a chi sostiene gli oneri
retributivi e si avvale direttamente dei dipendenti. Nel caso di distacco
quindi il bonus spetta al distaccatario. Ancora una conferma della logica
sempre seguita dalla prassi amministrativa la si può ritrovare nella
risoluzione 138/2006 la quale si è occupata della deduzione Irap prevista
nell'ipotesi di personale addetto alla ricerca e sviluppo.

Distacco di personale senza imposta sul valore aggiunto (F. Cornaggia e N.
Villa, pag. 29)
Niente Iva per il distacco di personale. Se il rimborso riguarda il puro
costo sostenuto, tale somma non sconta nessuna imposizione. L'art. 8, comma
35 della legge 11.03.1988, n. 67 prevede che il rimborso del solo costo del
prestito o distacco di personale dipendente non rileva ai fini dell'imposta
sul valore aggiunto.

Elenchi, un addio senza lacrime (N. Villa, pag. 2)
Eliminati gli elenchi clienti e fornitori e stop deciso alla tracciabilità
dei compensi per i professionisti. Gli elenchi clienti e fornitori tornano
infatti in archivio dopo che per un biennio erano tornati in vigore creando
non pochi problemi operativi ai contribuenti. Sono queste due tra le
diverse regole in materia fiscale contenute del decreto legge approvato dal
consiglio dei ministri.

RASSEGNA STAMPA 22/6/2008
Il Sole 24 Ore

Stock option, quattro regimi in due anni (L. Gaiani, pag. 21)
Secondo la bozza del decreto legge del 18 giugno 2008, sarà eliminata la
tassazione agevolata delle stock option. In particolare, per le azioni
assegnate dall’entrata in vigore del decreto e per i piani di stock option
già deliberati dalle aziende, il plusvalore realizzato per effetto
dell’acquisto agevolato entrerà in busta paga e sarà tassato con l’Irpef
ordinaria e gravato dei contributi previdenziali.

L’assegnazione divide i due regimi impositivi (L. Gaiani, pag. 21)
Con l’abrogazione del beneficio delle stock option prevista dalla bozza di
decreto legge, l’assegnazione di azioni a dipendenti ad un prezzo inferiore
al valore di mercato fa scattare la tassazione piena, anche se riguarda
operazioni già deliberate e per le quali sussistevano i requisiti della
precedente normativa.

Giudici incerti, il legislatore può interpretare (E. De Mita, pag. 21)
La Corte Costituzionale, nella sentenza n. 162 del 2008, ha dichiarato
manifestamente infondate tutte le questioni di legittimità costituzionale
sollevate con riguardo all’articolo 1, comma 1, della legge 88/2005. In
particolare, gli elementi costitutivi degli opifici e delle aziende
idroelettriche, benché fisicamente incorporati al suolo concorrono alla
formazione della rendita catastale degli immobili di tali aziende.

Privilegiati i crediti Irap e Ici (G. Negri, pag. 32)
Il tribunale di Milano, nelle sentenze del 22 e del 23 maggio del 2008, ha
chiarito che in caso di fallimento del debitore sono privilegiati anche i
crediti Irap e Ici.

RASSEGNA STAMPA 21/6/2008
Il Sole 24 Ore

(F. Rendina, pag. 5)
Il provvedimento concernente la Robin Hood tax è ancora in corso di
perfezionamento, ma le linee principali sono state sostanzialmente
confermate. In particolare, tale provvedimento comprenderà un’addizionale
Ires del 5, 5% già a partire da quest’anno per le aziende del petrolio e del
gas (ma anche per le imprese che producono e vendono elettricità), un
incremento progressivo delle royalty sull’estrazione nazionale di greggio e
metano ed infine è prevista la sterilizzazione attraverso un’accisa mobile
del maggior drenaggio Iva sui carburanti, quando cresce il prezzo
industriale.

Così Blair tassò i (D. Colombo, pag. 5)
Il precedente europeo della Robin Hood tax è rappresentato dalla “windfall
profit” introdotta dal partito laburista inglese nel 1997.

Per i fondi il prelievo passa al 20 per cento (V. D’Angerio, pag. 6)
Da quanto emerge dal decreto legge contenente la manovra d’estate del 18
giugno 2008, per fondi immobiliari o partecipazioni in società “real
estate”, verrà prelevato l’1% a titolo d’imposta patrimoniale sui fondi
patrimoniali o speculativi per le società a controllo familiare (di cui i
2/3 delle quote siano ripartiti tra parenti e affini). Mentre, per le altre
tipologie di società si applicherà una tassazione del 20%.

Il Fisco richiama i Comuni (L. Lovecchio, pag. 6)
Da quanto emerge dal decreto legge contenente la manovra d’estate del 18
giugno 2008, i comuni parteciperanno “attivamente” ai controlli fiscali in
materia di accertamento sintetico del reddito e di residenze fittizie
all’estero.

Il processo corre sul web (G. Negri, pag. 7)
Solo per i procedimenti pendenti di natura tributaria dinanzi alla
Commissione centrale su ricorso dell’amministrazione finanziaria, saranno
gli uffici stessi entro sei mesi dall’entrata in vigore del decreto, a
dover confermare la volontà di continuare nel contenzioso. Questo è ciò che
emerge dalla bozza del decreto legge del 18 giugno 2008.

Albi in concorrenza sulle quote (L. Cavestri, pag. 29)
Da quanto si desume nel disegno di legge del Governo, sarà estesa ai
commercialisti e ragionieri (e, in caso di ulteriore estensione della
norma, anche ad avvocati) la riserva dei notai per l’invio telematico,
tramite firma digitale, degli atti sui trasferimenti di quote di Srl.

Reverse charge limitato alla (R. Portale, pag. 37)
La risoluzione n. 255/E del 20 giugno 2008 ha chiarito che se
un’associazione temporanea di imprese senza rilevanza esterna ha un
subappalto per un’opera, l’inversione contabile interesserà solo l’impresa
associata per la posa in opera.

Italia Oggi

Stretta Ires anche per Enel & Co (S. Sansonetti, pag. 5)
Da quanto emerge dal decreto legge contenente la manovra estiva, anche le
società che si occupano di distribuire l’energia elettrica dovranno subire
un incremento del 7% dell’addizionale Ires.

Pvc: sanzioni scontate imposta no (D. Liburdi, pag. 33)
Nei processi verbali di constatazione il contribuente potrà ottenere uno
sconto importante sull'ammontare della sanzione, però questo impedirà al
contribuente la possibilità di avvalersi dell'accertamento con adesione. Lo
prevede la bozza di decreto legge del 18 giugno.

E il ravvedimento operoso va in fuori gioco (R. Rosati, pag. 33)
L'adesione al PVC che comporta la riduzione delle sanzioni ad un ottavo del
minimo, conseguente all'acquiescenza dei rilievi formulati nel verbale,
risulterà più vantaggiosa rispetto all’ipotesi in cui il contribuente
effettua il ravvedimento operoso, se il decreto legge del 18 giugno non
subirà modifiche sul punto.

Affitti d’impresa senza privilegi (F. Ricca, pag. 34)
In base ad una disposizione contenuta nella bozza del decreto legge
approvato il 18 giugno dal Governo, che modifica gli articoli 5 e 40 del
Testo unico dell’imposta di registro, le società che nei contratti di
locazione immobiliare fruiscono dell'esenzione dall'Iva prevista per le
prestazioni infragruppo pagheranno l'imposta proporzionale di registro.

venerdì 20 giugno 2008
RASSEGNA STAMPA 20/6/2008
Il Sole 24 Ore odierno pubblica (pagg. 33-34) una bozza delle disposizioni
in materia fiscale che dovrebbero confluire nel decreto legge approvato dal
Governo mercoledì 18 giugno. Il testo definitivo non è ancora disponibile
e pertanto il provvedimento potrebbe non coincidere con la bozza pubblicata
oggi.

Riassumiamo nel seguito le novità principali contenute nella bozza di
decreto :

Artt. 1 e 2: disposizioni in materia di aliquote di produzione
idrocarburi.
Art. 3: addizionale IRES del 5, 5% per società con ricavi superiori a €
10m operanti nei seguenti settori: (1) ricerca e coltivazione di
idrocarburi, (2) raffinazione petrolio e commercializzazione dei
relativi derivati e di gas naturale, e (3) produzione e
commercializzazione energia elettrica.
Art. 4: imposta sostitutiva 16% per valutazione obbligatoria FIFO
rimanenze finali per società operanti nei settori (1) ricerca e
coltivazione di idrocarburi, e (2) raffinazione petrolio e
commercializzazione dei relativi derivati e di gas naturale.
Art. 5: altre disposizioni in tema di produzione idrocarburi.
Art. 6: fondo di solidarietà.
Art. 7: carta acquisti.
Art. 8: restrizioni alla deduzione interessi passivi per banche e
assicurazioni ai fini IRES e IRAP.
Art. 9: modifiche alla deducibilità della variazione riserva sinistri
(settore assicurativo).
Art. 10: modifiche acconti imposta di bollo e sulle assicurazioni.
Art. 11: modifiche al regime della svalutazione crediti (settore
bancario).
Art. 12: modifiche regime imposta di registro locazioni immobili esenti.
Art. 13: regime IVA prestazioni ausiliarie gruppi bancari e
assicurativi.
Art. 14: imposta patrimoniale fondi investimento immobiliari chiusi.
Art. 14, comma 6: presunzione di residenza fiscale in Italia di società
con prevalente investimento in fondi immobiliari chiusi.
Art. 15: abolizione regime stock option sulle nuove assegnazioni.
Artt. 16-18: disposizioni in tema di cooperative.
Artt. 19-23: disposizioni in tema di accertamento ed attività di
controllo.
Art. 24: disposizioni di contrasto all'esterovestizione di persone
fisiche.
Art. 25: estensione ipotesi di accertamento con adesione.
Art. 26: disposizioni in materia di studi di settore.
Art. 27: restituzione versamenti in eccesso a seguito di iscrizione a
ruolo.
Art. 28: soppressione garanzie per rateazione iscrizioni a ruolo.
Art. 29: aumento valore catastale immobili all'incanto.

Segue la rassegna stampa sugli articoli dei quotidiani odierni.

Il Sole 24 Ore

Dalle entrate 2 miliardi già nel 2008 (D. Pesole, pag. 3)
L'extragettito di 2 miliardi previsto per il 2008 dalla stretta fiscale su
banche e assicurazioni e sugli extraprofitti delle società petrolifere
consentirà di mantenere il deficit al di sotto del 2, 5%. Tra le misure
fiscali più significative si segnala: l'introduzione del principio, con
l'inversione dell'onere della prova, che gli italiani che risiedono in
paradisi fiscali sono fiscalmente italiani ; l'eliminazione del regime
fiscale di favore per le stock option.

Pace fiscale, nuova chance (D. Deotto, pag. 8)
Dalla bozza del testo di legge della manovra di estate arriva l'indicazione
che sarà possibile chiudere un Processo verbale di constatazione con la
riduzione delle sanzioni ad un ottavo del minimo. Il provvedimento prevede
che il contribuente può prestare adesione ai Pvc che consentono
l'emanazione di atti di accertamento parziali ai fini delle imposte sui
redditi ed Iva .

Robin tax con scudo anti-rincari (F. Rendina, pag. 9)
Nella bozza del decreto fiscale varato ieri dal Governo è stata introdotta
un'addizionale Ires del 5, 5% per le imprese petrolifere che conseguono
ricavi superiori ai 10 milioni di Euro dall'estrazione di petrolio e gas,
dalla raffinazione e dalla commercializzazione di prodotti petroliferi.

Imposta del 16% sulle rimanenze (F. Roscini Vitali, pag. 9)
In base alle norme fiscali del Dl varato dal Governo è prevista
l'introduzione di un'imposta sostitutiva del 16% sui valori latenti delle
rimanenze per le imprese petrolifere e del gas, quotate e non quotate, con
ricavi superiori alla soglia prevista per l'applicazione degli studi di
settore.

Colpite banche e assicurazioni (R. Bocciarelli, pag. 10
Le misure fiscali introdotte dal Governo prevedono l'introduzione di limiti
alla deducibilità degli interessi passivi per banche e assicurazioni. A
decorrere dal periodo di imposta in corso si stabilisce che la deducibilità
degli interessi passivi è limitata al 97%. Tale limite opera sia ai fini
Ires che ai fini Irap.

Anche dai commercialisti le cessioni di quote societarie (L. Cavestri, pag.
10)
Ieri, con l'approvazione da parte dell'Esecutivo della manovra triennale, è
stata fatta chiarezza sull'abolizione dell'obbligo di autentica notarile
per cessioni e trasferimenti di quote societarie di Srl. La disposizione
consentirà di sottoscrivere, tra due parti dotate di firma digitale, l'atto
di trasferimento delle quote, attraverso una scrittura privata che
successivamente dovrà essere depositata presso il registro delle imprese da
commercialisti ed esperti contabili.

L'uso prolungato di beni comunitari è acquisto intraUe (R. Portale, pag.
31)
La risoluzione n. 252/E del 19 giugno 2008 ha chiarito che se un bene viene
introdotto in Italia da un operatore comunitario per più di due anni deve
pagare l'Iva secondo le regole degli acquisti intracomunitari. Qualora il
bene venga successivamente dato in locazione ad un'impresa italiana, la
prestazione è considerata rilevante territorialmente in Italia e sarà
soggetta a reverse charge.


Ici per le pertinenze, niente sanzioni sui ritardatari (A. Criscione, pag.
32)
Non sono previste sanzioni per i contribuenti che pagheranno in ritardo
l'Ici sulle pertinenze della prima casa non esente. Questa rappresenta una
delle principali novità approvate dalle commissioni Finanze e Bilancio
della Camera dei deputati al disegno di legge di correzione del Dl 93/2008
(che ha abolito l'Ici per la prima casa).

Fusione inversa il consolidato (L. Gaiani, pag. 32)
La risoluzione n. 251/E del 19 giugno 2008 ha chiarito che anche in caso di
fusione inversa non si interrompe la tassazione di gruppo. In particolare,
tale risoluzione ha previsto che se la controllante-incorporata non
partecipava al consolidato fiscale, non occorre alcun interpello preventivo
per proseguire nel regime e nel caso di eventuali perdite dell'incorporata
trasferite all'incorporante, qualora sia verificato il test di vitalità,
restano comunque estranee alla tassazione di gruppo.


Fondi sanitari, offerta più ricca (A. Mastromatteo e B. Santacroce, pag.
31)
Ieri è entrato in vigore il decreto del ministro della Salute del 31 marzo
che indica i parametri per individuare le prestazioni che danno diritto
alle agevolazioni fiscali, con una serie di prestazioni aggiuntive che allo
stato non sono offerte dalla maggior parte dei fondi operanti sul mercato .

Operazioni fuori conto, prima chiamata il 30 giugno (G. De Vito, pag. 32)
Banche, finanziarie e holding entro il 30 giugno dovranno comunicare
all'Anagrafe Tributaria le operazione extraconto relative al periodo
compreso tra il 1° gennaio 2005 al 31 dicembre 2007. Quelle poste in essere
dal 1° gennaio al 30 giugno 2008 devono essere comunicate entro il 31
luglio.

Italia Oggi

Più tasse anche ai furbetti del mattoncino: patrimoniale sui fondi (R.
Miliacca, pag. 4)
Il Dl del Governo intende introdurre, per i fondi partecipati da meno di 10
soggetti che hanno usufruito delle agevolazioni fiscali nel settore
immobiliare, una patrimoniale secca dell'1% sul valore complessivo degli
immobili devoluti al fondo.

Il Fisco spinge sul redditometro (D. Liburdi, pag. 36)
Il Dl proposto dal Governo punta sul rafforzamento degli strumenti
tributari già operativi nella lotta all'evasione. Si prevede anche di
semplificare l'istituto dell'accertamento con adesione così da renderlo più
veloce e pratico.

giovedì 19 giugno 2008
RASSEGNA STAMPA 19/6/2008
Il Sole 24 Ore

Ora i tagli, poi il federalismo (M. Rogari, pag. 3)
Il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera al piano per la
stabilizzazione dei conti pubblici e dello sviluppo, attraverso due
provvedimenti: un decreto legge e un disegno di legge collegato . Ci sarà
un incremento fiscale per i settori assicurativo, bancario e, soprattutto,
petrolifero. Il Parlamento dovrebbe approvare i provvedimenti entro
l'estate.

Grandi imprese al setaccio (M. Mobili e D. Pesole, pag. 5)
Controlli periodici e sostanziali sulle imprese di grandi dimensioni da
parte dell'agenzia delle Entrate. Piano straordinario di utilizzo del
redditometro: 10mila controlli in più ogni anno. Sotto osservazione i
contribuenti che non hanno debiti di imposta in dichiarazione, ma detengono
patrimoni e beni di rilevante valore.

Sui capital gain p