Arredinsieme - Arredamento, Mobili e Complementi d'arredo, Italian Furniture Store - Pesaro
Sei in: Altro

Bonus mobili

Cos’è il Bonus Mobili

Il bonus mobili è uno sconto fiscale che ogni anno lo Stato italiano mette a disposizione allo scopo di agevolare la ristrutturazione di edifici ad uso abitativo.
1° gennaio 2016 al 31 dicembre 2017 per l’acquisto di mobili, grandi elettrodomestici nuovi di classe energetica non inferiore alla A+, per le apparecchiature per le quali sia prevista l’etichetta energetica.
Lo sconto IRPEF previsto per il 2017 è pari al 50%: l’importo corrispondente sarà ripartito in 10 rate annuali dello stesso importo fino ad un totale massimo di 10.000 euro. Attenzione: nel totale devono essere sottratte le spese sostenute nello stesso anno e per le quali si è fruito della detrazione.
Il limite dei 10.000 euro si riferisce all’unità abitativa, per cui se uno stesso soggetto ha più edifici da ristrutturare può beneficiare del bonus per due volte. Le fatture per il pagamento di acconti/saldo dei mobili devono essere riportare una data successiva rispetto alla data di inizio lavori. Inoltre per
poter usufruire delle detrazioni, i clienti devono aprire la SCIA presso il comune


Cos’è la SCIA
SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) è la dichiarazione che consente alle imprese di iniziare, modificare o cessare un’attività produttiva
(artigianale, commerciale, industriale), senza dover attendere i tempi e l’esecuzione di verifiche e controlli preliminari da parte degli
enti competenti. Alle imprese é sufficiente presentare il relativo modello SCIA, correttamente compilato e completo in ogni sua parte per avviare la
propria attività.
Un esempio: Il cliente fa richiesta in comune per lavori di ristrutturazione con relativa SCIA, una volta che il comune approva la richiesta il cliente stima la data di inizio lavori al 01/03/2017. Per usufruire del Bonus al momento dell’acquisto di mobili, i pagamenti e le relative fatture devono avere come data di emissione almeno il 02/03/2017

Chi può usufruire del Bonus Mobil i
I soggetti idonei ad usufruire dello sconto possono essere raggruppati in due categorie:

1. soggetti che hanno iniziato lavori di ristrutturazione dopo il primo gennaio 2016 e che stanno continuando i lavori nel 2017 e/o che acquisteranno mobili ed elettrodomestici nel corso dell’anno

2. soggetti che hanno acquistato mobili o elettrodomestici tra tra il 6 giugno 2013 e il 31 dicembre 2016 a patto che abbiano sostenuto spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio a partire dal 26 giugno 2012


Cosa ricordare
• occorre effettuare i pagamenti con bonifico o carta di debito o credito
• nel caso di bonifico occorre indicare: il codice fiscale del beneficiario della detrazione il numero di partita Iva o il codice fiscale del soggetto a favore del quale il bonifico è effettuato (è obbligatorio conservare tutte le ricevute); non è necessario utilizzare quello (soggetto a ritenuta) appositamente predisposto da banche e Poste S.p.a. per le spese di ristrutturazione edilizia
• per esigenze di semplificazione legate alle tipologie di beni acquistabili, è consentito effettuare il pagamento degli acquisti di mobili o di grandi elettrodomestici anche mediante carte di credito o carte di debito. In questo caso, la data di pagamento è individuata nel giorno di utilizzo della carta di credito o di debito da parte del titolare, evidenziata nella ricevuta telematica di avvenuta transazione, e non nel giorno di addebito sul conto corrente del titolare stesso
conservare ricevuta del bonifico , ricevuta di avvenuta transazione (per i pagamenti con carta di credito o di debito), documentazione di addebito
sul conto corrente e fatture di acquisto dei beni, riportanti la natura, la qualità e la quantità dei beni e dei servizi acquisiti
• tutti gli elettrodomestici acquistati devono essere di classe A+ o superiore

Questo sito utilizza cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. Leggi di più Chiudi