Tutti i colori del benessere
Sei in: Altro

Baobab



BAOBAB: IL GIGANTE BUONO


Si dice che un tempo il baobab – la pianta sacra degli africani – fosse l’albero dell’abbondanza:sempreverde, lussureggiante, carico di frutti.
Gli uomini lo veneravano quasi come una divinità. Finché gli dèi si ingelosirono dell’alleanza tra l’uomo e l’albero e un giorno, per punire la sua superbia, lo capovolsero.

Da allora il baobab è l’albero che mostra le radici.

Il Baobab è un albero tropicale del continente africano rinomato per le sue molteplici proprietà sia alimentari che farmacologiche. Secolare e dalle immense dimensioni, alcuni esemplari raggiungono i 5.000 anni. Per i popoli africani il Baobab è cibo, medicina e luogo sacro tanto che solo i saggi possono arrampicarsi tra i suoi rami.

ll fiore del baobab dura una sola notte, dal tramonto all’alba; quella notte l'albero si popola di una fauna variegata, attratta dal dolce nettare dei fiori: pipistrelli, soprattutto. Secondo la leggenda, quella notte l'albero è abitato dagli spiriti

Alto tra i 5 e i 15 metri, un tronco che può immagazzinare fino 120 mila litri d’ acqua, una vita garantita di 500 anni, il baobab, in Africa, è chiamato “albero della vita”. Il frutto, che somiglia a una noce di cocco ma di forma più ovale, è lungo fino a 40 centimetri, ha una scorza durissima e dal punto vista nutrizionale è una bomba.
Contiene tre volte la vitamina C dell’arancia, il 50 per cento di calcio in più degli spinaci e il doppio del latte, una quantità notevole di sostanze antiossidanti, potassio e ferro. Nel continente africano è l’alimento basilare della dieta ma, anche secondo uno studio del Dipartimento di Scienze dell’ università di Ferrara, tutti i prodotti derivati dall’ albero sono «una miracolosa panacea».

In Africa si usano per tutto: al posto del Viagra in Sierra Leone; per la pelle delicata dei bambini nello Zambia; ovunque per abbassare la febbre. Del baobab non si butta via niente: le foglie si mangiano fresche o grattugiate dopo essere state essiccate; le fibre sciolte nel latte; i semi trasformati in olio e naturalmente il frutto, fresco - dal gusto un po’ acidulo - o secco.

Il suo nome deriva dall’arabo bu-hibab ovvero “frutto dai molteplici semi” ma viene più comunemente chiamato “Il Gigante buono” perché i prodotti realizzati con la sua polpa ed i suoi semi contribuiscono a riequilibrare le principali funzioni dell'organismo e dell'epidermide, regalando benessere ed energia.

La polpa, estratta dal guscio dei suoi frutti, è ricchissima di fibre, vitamine, minerali ed aminoacidi. L’assunzione di circa 5 grammi al giorno sono utili a mantenere lo stato di benessere dell'organismo, in quanto regolarizza l'intestino, la glicemia e i valori di colesterolo ematico, dona forza, energia e resistenza, riequilibra il tono dell'umore e allevia i disturbi mestruali, inoltre è antianemica, antifebbrifuga e antinfiammatoria.

Dai semi del frutto, che rappresentano una parte importante della sua composizione (circa il 40%), viene estratto un olio ricchissimo di proteine e vitamine A, D ed E. L'olio è comunemente utilizzato per il benessere della pelle, per contrastare gli effetti dell'invecchiamento cutaneo precoce, in virtù delle sue proprietà antiossidanti, emollienti, leviganti ed elasticizzanti.

Il gigante buono è un vero alimento. Alimento per mente corpo e spirito


Nella medicina tradizionale la polpa del frutto trova impiego come febbrifugo, analgesico, antidiarroico, antidissenterico. Contiene:
Vitamine: C (circa 6 volte il contenuto della polpa d’arancia) B1, B2, PP o B3, B6, A (sotto forma di Caroteni).
Minerali: Calcio, Potassio, Fosforo, Sodio, Magnesio, Zinco, Ferro, Manganese, Rame.
Acido alfa-linolenico: 27mg/g polpa secca.
Aminoacidi: Prolina, Istidina, Leucina, Lisina, Arginina, Isoleucina, Metionina, Cisteina, Fenilalanina, Acido glutammico, Valina, Treonina, Tirosina, Triptofano.
- E’ un potente ricostituente, anti-affaticamento, anti-stress.
- E’ un anticolesterolemico molto attivo, grazie all’elevata presenza di fibre solubili (22, 54%) e insolubili (22, 04%)
- E’ un coadiutore nelle diete dimagranti, svolgendo una più o meno marcata azione anti-fame.
- Stimola il metabolismo.
- E’ antinfiammatorio, analgesico, antipiretico.
- E’ totalmente naturale, perché viene utilizzato così come la natura lo ha fatto.
- Contiene Vitamine, Minerali e Aminoacidi assolutamente naturali con biodisponibilità totale.
- Essendo un alimento, non è in alcun modo tossico ai dosaggi abitualmente adottati.
- Non presenta fenomeni di accumulo tissutale.
- Ha, in più, un elevato contenuto di fibra (45% ca)
- Ha positivi effetti collaterali testati clinicamente.

Per le caratteristiche essenziali del Baobab, la polpa del frutto sospesa in acqua consente la preparazione di una bevanda dissetante, rinfrescante e nutriente.

Nella Farmacopea tradizionale Senegaleseil seme di Baobab viene pilato e applicato localmente come pasta, in quanto la bassissima resa di materia grassa ricavata della sua spremitura (6-8%) rende l'olio grezzo raro e costoso.

L'olio o la pasta ricavata vengono applicati localmente come:
Antiallergico
Emolliente (uso cosmetico)
Rigenerante dell'epidermide
Tonico
Anti-infiammatorio

I numerosi semi presenti nei frutti, composti da un sottile epicarpo marrone e da un endocarpo bianco oleoso ricco di Proteine ed Acidi Grassi, vengono considerati la parte più pregiata del frutto in quanto dalla loro spremitura si ottiene il prezioso olio di Baobab. L'olio di Baobab è un olio purissimo e pregiato ottimo come rimedio contro l'invecchiamento cutaneo grazie alle sue proprietà antiossidanti, emollienti, leviganti ed elasticizzanti. Sono tante le applicazioni che possono essere fatte con l'olio di semi di Baobab per la bellezza e per la salute di pelle e capelli.
L'olio di Baobab può essere utilizzato per calmare i rossori della pelle e donarle nuovamente benessere ed idratazione in caso di scottature solari o accidentali.
Ottimo come rimedio per acne, psoriasi, piaghe da decubito, abrasioni, smagliature, ematomi, forme infiammatorie, punture di insetti e micosi

Può essere usato come doposole, dopobarba o spalmato sul corpo alla fine della doccia.

L'olio di Baobab massaggiato a sera e la mattina sulla pelle di viso e corpo la rende morbida e setosa.

Svolge anche una funzione antirughe grazie alla sua azione antiossidante che protegge l'organismo dai danni prodotti dai radicali liberi. L'uso quotidiano dell'olio di Baobab aiuta a contrastare i segni del tempo. E' ideale per il trattamento delle pelli secche che sono maggiormente predisposte alla formazione di rughe

L'olio di Baobab funge da rivitalizzante e ristrutturante per cute e capelli. Può essere applicato prima o dopo la shampoo.

Questo sito utilizza cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. Leggi di più Chiudi