Tutti i colori del benessere
Sei in: Altro

Argento colloidale ionico (colloidal silver) 10 ppm *hef: sicuro ed efficace

Prima dell'avvento degli antibiotici nel 1938 l 'argento colloidale era considerato come uno dei fondamentali trattamenti per le infezioni. Alcuni studi affermano che è efficace contro più di 650 fra virus e batteri .

L'argento colloidale può essere preso per via orale, messo su una garza o cerotto e applicato direttamente su tagli, graffi, ferite aperte, ustioni, porri e verruche o usato su acne, eczema e irritazioni della pelle. Oppure, si possono fare gargarismi, mettere gocce negli occhi, per irrigazioni vaginali, anali, atomizzato o inalato dal naso, ecc.

Colloidal Silver (Ionic) di Naturvitae può essere usato come coadiuvante ai trattamenti antibatterici e antivirali.

I prodotti Naturvitae sono gli unici HEF (=High Energy&Frequencies). Apportano alta energia - migliaia di unità Bovis - e tutte le frequenze dell'organismo unendo così i principi della medicina erboristica a quelli della medicina energetica (come omeopatia, agopuntura, ecc.).

L’argento colloidale è conosciuto da molto tempo in ambito medico alternativo per le sue speciali proprietà. Già dai tempi dei greci e dei romani, le corti reali usavano banchettare con posate d’argento in recipienti dello stesso metallo, tanto che si diceva il sangue nobile blu, derivasse a causa delle minute tracce del puro metallo che assimilavano regolarmente.

Il termine “colloide” è stato usato per la prima volta dal padre della chimica colloidale, Thomas Graham (1805-1869), per indicare delle minuscole particelle sospese in un liquido o in un gel che non passano attraverso una membrana. Questa prima definizione è alquanto restrittiva e oggi con il termine “colloide” si fa riferimento piuttosto a qualsiasi sostanza solida, liquida o gassosa, presente in un mezzo disperdente (solido, liquido o gas) sotto forma di particelle troppo piccole per essere visibili.

L’argento colloidale è un tipo di colloide che consiste di particelle di argento metallico solide sospese in un liquido, cioè l’acqua. L’argento colloidale contiene anche un’altra forma di argento, ovvero gli ioni.

La ricerca biomedica ha dimostrato che nessun organismo conosciuto per causare malattie (batteri, virus e funghi) può vivere più di qualche minuto in presenza di una traccia, seppur minuscola, di argento metallico. Un antibiotico, tanto per fare un paragone, uccide forse una mezza dozzina di differenti organismi patogeni, ma l’argento ne elimina circa 650. Inoltre i ceppi resistenti non riescono a svilupparsi quando viene usato l’argento, mentre per il nostro organismo è virtualmente atossico.

La concentrazione dell’argento colloidale viene espressa in “ppm”
“Ppm” significa parti per milione. Ciò che realmente conta, però, non sono le parti per milione di cui è composto l’argento, ma piuttosto come l’argento è stato suddiviso. Non è necessario avere dei livelli di ppm elevati, ma è importante che le particelle di argento siano divise più finemente possibile.

Per saperne di più visita il sito dell’erboristeria arcobaleno alla pagina ARGENTO, ORO, COLLOIDI


tutti i colori del benessere

autorizzato e-commerce

Questo sito utilizza cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. Leggi di più Chiudi