Studio Tecnico Peritale
Sei in: Servizi: PERIZIA ESTIMATIVA:

Fac-simile consulenza tecnica 1

Osservazioni alla Consulenza Tecnica d’Ufficio

redatta dal C.T.U. **** **** nel procedimento civile R.G. n. ***/****

Parti: ****** *********** c/ ****** s.r.l. e ******* Italia S.p.A.

1.0 PREMESSA

Io sottoscritto perito assicurativo Luigi Mercurio, iscritto al Ruolo Nazionale con numero P000007125, per incarico ricevuto dal sig/ra **** ******* ho effettuato le seguenti note contro deduttive alla consulenza tecnica d’ufficio redatta dal Ctu *** ********. Ho provveduto, altresì, ad un esame attento della stessa, sollevando le eccezioni che vado di seguito a specificare.

2.0 RILIEVI AL CAPITOLO ** – “****************”

Premesso che il C.T.U. ha rilevato tutti i difetti e le anomalie lamentate dalla parte attrice, il C.T.U. riferisce di aver accertato che il “********** ********”, come da diagnosi realizzata, ma non risponde alla domanda ************* lettera a) ed ********* , tanto da determinare la sostituzione del veicolo con altro di eguale modello e caratteristiche perfettamente funzionante.

Il C.T.U. non esprime parere sul precedente ******* .

3.0 RILIEVI AL CAPITOLO ** – “**********”

Il C.T.U. non quantifica, comunque, il fermo tecnico del veicolo, il deprezzamento commerciale, nonché il danno patrimoniale, morale ed il notevole stress arrecato alla parte attrice visti gli innumerevoli interventi tecnici a cui è stato sottoposto il veicolo, infine il mancato godimento del bene acquistato unito al comportamento tenuto sia dalla Casa Madre ********** S.p.A., sia dalla venditrice ********* s.r.l.

4.0 CONTRODEDUZIONI

Alla luce di quanto emerso dalla consulenza tecnica d’ufficio del 00 ****** 0000, a firma del consulente *****, nonché dalla comunicazione, peraltro tardiva , della Casa Madre ********* S.p.A. datata 00/00/0000, pervenuta a mezzo lettera raccomandata al sig/ra ****** *****, in cui si comunica che da analisi effettuate si è constatato di effettuare un aggiornamento del software del calcolatore **************** del veicolo. Questa operazione è finalizzata a prevenire un rischio di blocco ********************* , suscettibile di mettere in causa la vostra sicurezza in caso di urto (del veicolo **** ******* DCI Dyn. targa **000** acquistato presso la concessionaria ********* s.r.l. come da fattura n. ***/** del 00/00/0000), appare di tutta evidenza che, nella fattispecie che ci occupa, la sostituzione dell’autovettura in oggetto era richiesta per legge,

difatti:

come prevede il decreto legislativo 24/2002 ad integrazione dell’art. 1519 del Codice Civile che disciplina la garanzia dei beni mobili, il venditore deve garantire che il bene autovettura sia idoneo all’uso normale ovvero all’uso speciale ; sia conforme alla descrizione fatta dal venditore e possieda la caratteristiche tecniche descritte dalla casa produttrice; abbia le qualità e le prestazioni abituali di beni dello stesso tipo ;

La normativa in questione prevede altresì che in caso di difetto di queste condizioni di conformità l’attrice abbia diritto al ripristino mediante la riparazione in un termine di tempo congruo che non deve arrecare notevoli inconvenienti all’acquirente oppure alla sostituzione con modello equivalente per caratteristiche e perfettamente funzionante senza alcuna spesa aggiuntiva; alla riduzione del prezzo o alla risoluzione del contratto .

5.0 CONCLUSIONI

Ritengo quindi evidente che, nella fattispecie, esistono validi presupposti tecnici perché l’autovettura in oggetto sia sostituita con altra di medesime caratteristiche tecniche e perfettamente funzionante.

Documenti allegati:

1) Copia carta di circolazione e certificato di proprietà veicolo *********;

2) Copia fattura di acquisto *********;

3) Copia ********;

4) Copia lettera raccomandata a/r *********.

Tanto in espletamento dell’incarico ricevuto.

Il Tecnico

P.A. Luigi Mercurio